Thursday, Oct. 24, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 14 Lug 2015

|

 

WSOP Main Event – Un magico Butteroni nei 27 left con Negreanu e Holz. Kearney chipleader.

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP Main Event – Un magico Butteroni nei 27 left con Negreanu e Holz. Kearney chipleader.

Area

Vuoi approfondire?

Sono rimasti in 27.

E tra questi c’è ancora Federico Butteroni.

Diciamolo, quando è andato all in con la sua coppia di 66 per i suoi ultimi 17 bui trovando il call avversario di Christoph Brand con TT il sogno sembrava a un passo dalla fine.

Ma il poker è strano e un magico flop Q66 con i due out rimanenti dava il quads all’azzurro e lo riportava in quota di galleggiamento a 4 milioni di chips.

Da lì la battaglia per arrivare al day7 è comunque stata incredibile.

Campo di battaglia sul quale ci hanno lasciato la pelle molti dei campioni ancora in gara.

Justin Bonomo esce quasi subito al 64° posto e poco dopo deve abbandonare la contesa anche Jonas Mackoff.

Scala un gradino per 137.300$ Toby Lewis (53°). Poco dopo escono tre dei più concreti papabili al raggiungimento dei November Nine.

51° Matt Jarvis, 49° Brian Hastings sfortunato nel più classico dei cooler quando con i cowboys incrocia gli assi dell’avversario e 47° Steve Gross a cui non riesce la rimonta.

hastings out main event

Nel frattempo Butteroni riesce a incrementare seppur di poco il suo stack e, anche se nelle posizioni basse del count, non corre particolari rischi.

Si arriva così a 36 left con l’eliminazione del giovane Upeshka De Silva, dopo aver perso i due svedesi ancora in gara.

Il premio è salito sopra i 200.000 dollari e ancora una volta Federico si rende protagonista con l’eliminazione di Kelly Minkin in 29^ posizione.

In un piatto limpato su flop TT6 l’italiano si trova ai resti con QT in posizione dominante sul T4 della statunitense. Trn e river lisci e l’ultima donna nel main event è player out.

L’average a questo punto è circa 7 milioni e anche se Butteroni è a quota 5 milioni di gettoni ci sono giocatori molto più in pericolo. Uno di questi è Andrew Moreno che viene eliminato poco prima della fine dell’ultimo livello di gioco da Joe McKeehen, consegnando di fatto il day 6 del Main Event WSOP agli annali.

Butteroni chiude al 18° posto del count con 4.980.000 chips e quando si ripresenterà domani alle 21 (ora italiana) il Main Event ripartirà da bui 80.000/160.000. Avrà quindi più di 30 bui, uno stack pienamente giocabile.

Nel field troviamo ancora alcuni giocatori di grande calibro come Daniel Negreanu (8.495.000), Fedor Holz (4.645.000), Max Steinberg (3.290.000), Anton Morgenstern (6.955.000) e Pierre Neuville (6.000.000).

Davanti a tutti è però Thomas Kearney con 14.400.000 gettoni, specialista del Pot Limit Omaha che si sta difendendo alla grande in questo main event, tallonato da Mozheng Guan con 14.230.000.

Oltre ai già citati rimangono altri due tedeschi (Alexander Turyansky e  Kilian Kramer) a conferma del dominio teutonico, mentre a sorpresa in top ten è l’israeliano Zvi Stern alla sua seconda bandierina alle World Series dopo quella del lontano 2008.

Questo il chipcount attuale quando manca una sola giornata di gara prima di darsi appuntamento al final table.

Main Event day6 chipcount

Gli scalini del payout si sono fatti interessanti.

Infatti ripartiamo da una moneta garantita di 262.574$ ma ovviamente il sogno per la giornata di domani è quello di arrivare al milione di euro in palio per ognuno dei nove giocatori che torneranno a Las Vegas nel mese di novembre.

main event payout

Segui e commenta il main event delle World Series dalle 21 ora italiana sulla pagina facebook dell’evento WSOP.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari