Friday, Jan. 15, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 8 Gen 2021

|

 

Daniel Negreanu non alza bandiera bianca e riduce lo svantaggio contro Doug Polk

Daniel Negreanu non alza bandiera bianca e riduce lo svantaggio contro Doug Polk

Area

Vuoi approfondire?

High Stakes Duel continua.

Dopo aver raggiunto le 12.500 mani della sfida cash heads-up 200$-400$ con un passivo di quasi 20 stack, Daniel Negreanu poteva decidere se giocare altre 12.500 mani o alzare bandiera bianca.

Il primo giorno del 2021 il canadese ha ‘cinguettato’ su Twitter la sua decisione:

 

tweet negreanu continua sfida

“E’ il primo gennaio 2021 e abbiamo raggiunto la metà della sfida avendo giocato 12.500. Come da accordi, secondo le regole ho l’opzione di quittare. Non è quello che succederà. La seconda parte della sfida prenderà il largo lunedì 4 gennaio”.

 

Sessione 23

Nella prima sessione della seconda parte della sfida Negreanu trova subito Polk disposto a pagare la sua scala e poi sfila quasi uno stack all’avversario grazie a un river fortunato: Polk betta turn e river con top pair top kicker, Negreanu chiama con la sua coppia di nove settata in ultima strada.

Il canadese però restituisce le chips all’avversario con un bluff finito male. A sua volta Polk viene pizzicato con le mani nella marmellata da Negreanu. Poi arriva il mega-cooler di fine sessione in cui Negreanu si presenta con coppia di assi contro la coppia di re di Polk.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Lo specialista statunitense riesce a recuperare parte dello svantaggio grazie a un paio di herocall e nelle cinquecento mani della sessione contiene le sue perdite a 27 mila dollari.

 

Sessione 24

Negreanu si porta subito in vantaggio di uno stack in entrambi i tavoli grazie a diversi piccoli pot.  Poi trova un river fortunato con Polk che lo paga.

Il canadese si trova però dal lato sbagliato del cooler nella unica mano della sessione in cui gli interi stack dei due giocatori finiscono al centro del tavolo: con 66 in mano Negreanu va ai resti su board 6QKJK, Polk gira KQ per l’overfull.

Grazie a questa mano e ad altri piccoli pot accumulati prima della fine della sessione, lo statunitense riduce il gap che a un certo punto era arrivato a essere superiore a centomila euro in entrambi i tavoli.

In 750 mani Negreanu chiude con un attivo di 98.579$ e nella sfida è adesso in svantaggio di 644.688$, 16 stack tondi. Da notare come Negreanu abbia chiuso in positivo 13 sessioni delle 24 finora giocate nella sfida contro Doug Polk.

Ma ad essere in vantaggio è il rivale: segno che a poker cash game heads-up vincere una sessione grande è molto più importante di vincere una sessione.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari