Wednesday, May. 12, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 22 Apr 2021

|

 

Negreanu analizza 3 mani contro Hellmuth e spiega i suoi leak nei dettagli

Negreanu analizza 3 mani contro Hellmuth e spiega i suoi leak nei dettagli

Area

Vuoi approfondire?

Solitamente non vuoi che gli avversari contro cui senti di avere edge migliorino il loro gioco. Per questo è sconsigliabile scrivere “pollo” in chat a chi chiama il tuo push 200x con K-2s.

Daniel Negreanu però se ne frega, e dopo aver criticato a più riprese (non così aspramente come si pensi, in realtà) le skill di Phil Hellmuth, è andato ad analizzare il gioco avversario facendo una review di alcune mani giocate all’High Stakes Duel, per la cronaca vinto da Phil.

Un’opportunità più unica che rara per entrare nella testa di uno dei migliori giocatori della storia, capire come ragioni in chiave GTO ed exploitative, e quali sono i punti deboli di Phil Hellmuth agli occhi di Daniel.

Negreanu ha poco da preoccuparsi, sapendo che Phil Hellmuth anche se vedrà questo video probabilmente non aggiusterà il tiro… ma lo scopriremo soltanto al round 2!

 

L’errore di Hellmuth sui turn

Preflop: Daniel ha 92k su blinds 250/500 e rilancia da bottone 1.000 con J10, chiama Phil Hellmuth con 104 (8.000 di stack).

Flop 54Q Check to check.

Turn A – Phil punta 1.000, Daniel chiama.

River 8 – Check di Hellmuth, bet 2.000 di Negreanu, call di Phil.

“Quando lo stack effettivo è così basso preferisco rilanciare 2x preflop invece di 2,5x. Su quel flop dovrei puntare spesso, ma ho anche un checking range: a volte checko una Q, raramente two pair o meglio, a volte A-high e anche un po’ di air. Mixerò comunque un po’ di c-bet in bluff, randomizzando in vari modi.

Con J10 ho missato il flop, ma ho un po’ di backdoor e mi piace checkare back.

Sul turn Phil punta half pot. Potrei semplicemente foldare, ma sembra uno spot dove posso floatare: se checka river posso puntare per far foldare qualunque mano.

La ragione per cui lo faccio contro Phil è un po’ exploitative, perché Phil al turn betta spesso la parte sbagliata del suo range, quella media, come potete vedere qui dove betta un 4 o un 5. Non è una cosa che si vede spesso.

Ovviamente può avere un asso o una donna, ma il suo range di bet è debole perché punta troppo spesso. Quindi contro di lui quando checko flop e chiamo turn dovrebbe chiedersi che cosa posso avere: molti assi sicuramente, un decente numero di coppie e non molti draw.

Il turn non sposta molto, al massimo migliora un 7-6. Checka come speravo, e punto 1/2 pot che è 1/3 dello stack di Phil.

Teoricamente lui dovrebbe foldare il 33% delle mani per Game Theory. Credo che 10-4 non faccia parte del top 67% del suo range. Comunque non credo che sia la sua famosa ‘white magic’, penso che fosse semplicemente mezzo tiltato.”

 

Su alcune action non esiste bluff

Preflop: Negreanu con 55k rilancia a 2.000 su bui 500/1.000 con K5, Phil chiama con 108.

Flop: J8K Check to check.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Turn: QBet di Phil a 1.500, call di Dnegs.

River: 10 Hellmuth punta 1.500, fold di Negreanu.

“Preflop è tutto standard, non può foldare 10-8o davanti a un mini raise. Al flop a volte quando c-betti devi avere un mix: non c-betti sempre con top pair, a volte vuoi checkare dietro per intrappolare e proteggere il tuo checking range. Se punti ogni top pair, allora quando checki il flop il tuo avversario può fare pressione turn e river e outplayarti.

Al turn Phil punta 1.500 su 4.000. Con la mia mano è un puro call, non ci sono molte ragioni per rilanciare. Puoi negare un po’ di equity a qualche draw, ma la mia mano è troppo debole, meglio chiamare.

Il river è pessimo, ma Phil punta 1.500 su 7.000 e dovrei chiamare molto spesso per GTO. Conoscendo Phil questa può essere una blocking bet con una mano che magari mi batte, ma potrebbe avere un A o un 9.

Considerando il mio range ci sono molte mani che potrei chiamare, tra scale, two-pair e top pair migliori, quindi K-5 direi che è un easy fold, soprattutto considerando che il mio avversario usa raramente questo pattern in bluff.”

 

Una “limping strategy” particolare

Preflop: Limp di Hellmuth (48k) con 9 6 a blinds 500/1.000, raise 3.000 di Negreanu (51k) con K9 e chiama Phil.

Flop K10QDnegs betta 1.500, call di Hellmuth.

Turn 62nd barrel a 5.000 e ancora call.

River 3 Negreanu punta 9.000 e folda al raise 17.500 di Phil.

“Phil fa il suo solito limp e io reagisco con la mia strategia di mixare rilanci 3x e 7x, anche se non ho avuto molte occasioni di fare 7x, solo una volta con 72. Mano strana quella.

Il flop è buono per me, qui mi piace puntare 1/4 pot e lo faccio con una buona parte del mio range, inclusi bluff.

In teoria puoi puntare più strong contro un avversario che limpa, ma stiamo parlando di Phil Hellmuth, fa limp-call con una strana parte del suo range. Potrebbe avere A-J! Quindi per exploitare puoi puntare più piccolo o checkare più spesso.

Al turn punto 60%-65% del pot per sovraccaricare i draw e prendere di mira le Q ma anche i 10, perché mi chiamerà con quelle pair una buona percentuale di volte.

Devo essere onesto, non avevo notato che il river fosse cuori, ma non ha molta rilevanza perché avrei puntato comunque. L’unico impatto che ha avuto è che poi si è lamentato. Punto 9.000, abbastanza small, era più una blocking bet.

Quando rilancia foldo veloce perché in questo spot ho solo un bluff-catch, e Phil per rilanciare qui non ha quasi mai bluff. Easy fold contro lui, molto più complesso contro avversari aggressivi.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari