Saturday, Aug. 24, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 16 Mag 2014

|

 

Luca Moschitta e le WSOP 2014, ‘Rimanere concentrati per fare meglio dell’anno scorso’

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Luca Moschitta e le WSOP 2014, ‘Rimanere concentrati per fare meglio dell’anno scorso’

Area

Vuoi approfondire?

Manca davvero poco allo start delle WSOP 2014, ma già si sta delineando quella che sarà la formazione azzurra impegnata dall’altra parte dell’oceano per il campionato mondiale.

Dopo Sergio Castelluccio e il nuovo campione EPT Antonio Buonanno, oggi abbiamo sentito Luca Moschitta che ci ha raccontato come si sta preparando all’appuntamento in cui affermarsi può valere una intera carriera.

Per il player siciliano sarà il quarto anno consecutivo di WSOP e la speranza è quella di arrivare in fondo.

“Partirò il 16 giugno da Londra e dovrei rimanere a Las Vegas fino al 13 luglio – rivela Luca – ma se fossi costretto a trattenermi perché sono arrivato in fondo al Main Event, non avrei alcun problema (ride)”.

IPC: A quali tornei hai intenzione di partecipare?

LM: Come lo scorso anno disputerò oltre al Main un po’ tutti gli eventi hold’em. Siccome le sfide in heads-up mi prendono molto, giocherò probabilmente l’evento 40 Heads up da $10.000. Poi parteciperò di sicuro all’evento 49 da $5000 che l’anno scorso saltai. Inoltre giocherò sicuramente il WPT500 dal buy-in di $565 e dal montepremi garantito di un milione di dollari in programma all’Aria.

IPC: A proposito di un milione di dollari, hai pensato di iscriverti al Big One for One Drop, o magari di fare i satelliti di qualificazione?

LM: Non ho in programma di giocarlo. Sono davvero tanti soldi- Dovrei vendere almeno $900.000 di quote e in quel caso sarebbero tante responsabilità. Preferisco concentrarmi sui tornei ‘reali’: magari, se avrò tempo, potrò disputare qualche step per qualificarmi, ma sarebbe un contorno e non il mio obiettivo principale.

IPC: Come ti organizzerai per il viaggio? La truppa italiana si va infoltendo sempre di più, hai già sentito qualcuno?

LM: Io partirò con la mia ragazza, Sofia (Lovgren), del team di 888Poker. Poi lì incontrerò come al solito i tanti amici con cui condivido ogni esperienza live. Di sicuro Bonavena e Buonanno che mi ha già promesso di offrirmi una cena.

IPC: L’anno scorso hai chiuso il Main Event al day 5 per chiudere 151°. Non possiamo che augurati di migliorare il risultato e magari essere uno dei ‘November nine’.

LM: Lo spero ma sarà dura, come sempre. Il field è mostruoso e le bolle sono immense. Non sai quanto ho rosicato l’anno scorso quando uscii con quella mano (AK < KK) . Sono comunque contento, lì è un altro mondo al quale noi europei non siamo abituati. Spero di arrivare nuovamente al day 5 o addirittura migliorare.

Un grande in bocca al lupo al nostro talentuoso Luca!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari