Wednesday, Nov. 13, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 9 Giu 2014

|

 

WSOP 2014 – Phil Ivey in crisi: chiede aiuto ai suoi fan per tornare a vincere!

WSOP 2014 – Phil Ivey in crisi: chiede aiuto ai suoi fan per tornare a vincere!

Area

Vuoi approfondire?

L’ultimo anno e mezzo non è stato affatto facile per Phil Ivey.

Il geniale pro statunitense, che in carriera ha vinto 21 milioni di dollari e nove braccialetti alle WSOP, ha chiuso il 2013 con scarsi risultati nel poker live (solo 150.000 dollari vinti, buy-in esclusi) e disastrosi online, dove ha concluso l’anno addirittura col segno meno, perdendo ben 2.400.000$.

Tanto che a inizio 2014 Dan Bilzerian – imprenditore, giocatore di poker, appassionato di armi, soldi, gatti e soprattutto belle donne – in un’intervista a Cardplayer aveva lanciato la bomba, affermando che Phil Ivey fosse andato broke.

Ivey non ha mai confermato né smentito ufficialmente questa notizia, anche se per qualche settimana è un po’ scomparso dalla scena, saltando una tappa del PCA e rintanandosi a Macao, da cui lanciava ogni tanto qualche messaggio su Twitter, in verità non proprio beneaugurante:

 

A febbraio 2014 arriva un momento più che positivo, perché Phil trionfa a un evento dell’ Aussie Millions, portandosi a casa $3,582,753 e respirando un bel po’ d’aria fresca, fosse andato broke o meno.

In aprile però, un’altra botta: il Casinò Borgata di Atlantic City fa causa al pro americano accusandolo di aver combinato una truffa multimilionaria ai tavoli del Baccarat, chiedendo al giocatore i 9,6 milioni di dollari vinti dallo stesso Ivey in quel Casinò. La causa è ancora in corso – e per Ivey non è nemmeno la prima –  ma di certo la vicenda non ha aiutato a tenere alto il morale del giocatore, con le WSOP 2014 alle porte.

World Series of Poker che a lui hanno sempre portato bene: tante vittorie, tanti soldi, tanti tavoli, tra cui quello al Main Event del 2009, quando arrivò al settimo posto.

Merito anche di due tifosi veramente speciali: Mel e Pat, una simpatica coppia  americana che da ben quattordici anni segue appassionatamente Ivey al Main Event, attraversando ogni estate tutti gli USA (i due vivono nel New Jersey, East Coast) per tifare il loro beniamino nonché grande amico, visto che la loro conoscenza risale a 20 anni fa nei Casinò di Atlantic City.

Lo scorso anno i due tifosi di Ivey mostrarono al nostro inviato di IPC il falso documento d’identità di Phil che utilizzava per entrare e giocare ai tavoli prima di compiere 21 anni.

jerome-graham

In un recente post su Facebook, Phil Ivey ha postato la foto dell’anziana coppia di tifosi, scrivendo: “Partito col piede sbagliato alle World Series. Ho bisogno delle mie due persone preferite qui. Se le vedete fate sapere loro che le sto cercando”.

ScreenHunter_12 Jun. 09 17.08

 

Una vera e propria richiesta d’aiuto quella di Ivey, visti i risultati non proprio esaltanti ottenuti in queste prime due settimane di gioco alle WSOP, dove finora ha strappato un solo, per lui certamente misero, piazzamento a premio e nient’altro.

A riprova che i giocatori di poker sono persone molto scaramantiche – e bisognose di incitamento – Phil nel momento di difficoltà chiede il sostegno dei suoi due migliori supporter.

Mel e Pat, preparate le valigie: Phil Ivey ha bisogno di voi a Las Vegas, per tornare a giocare bene e vincere qualche altro braccialetto da poter mettere in bacheca assieme agli altri.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari