Saturday, Oct. 23, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 18 Lug 2016

|

 

Disfatta italiana a Las Vegas: le peggiori WSOP per gli azzurri dal 2009

Disfatta italiana a Las Vegas: le peggiori WSOP per gli azzurri dal 2009

Area

Vuoi approfondire?

L’ultimo evento del palinsesto WSOP, il $1.111 Little One for One Drop, si è ormai chiuso con la vittoria di Michael Turienec, e al Main Event sono rimasti in 27, dei quali nemmeno uno italiano.

Possiamo quindi dire che sia calato ufficialmente il sipario sulle WSOP degli italiani, e purtroppo con risultati deludenti rispetto a quanto la truppa azzurra ci abbia ormai abituato.

Certo, forse ad enfatizzare questo “calo” di prestazioni è il contrasto con l’edizione precedente che ci ha dato veramente tante gioie, tra i due braccialetti di Max Pescatori, il November Niner Federico Butteroni e i vari tavoli finali ottenuti dai player italiani.

Però a conti fatti in questa edizione delle WSOP le vittorie lorde degli italiani sono effettivamente inferiori a quelle conseguite negli ultimi anni, e dobbiamo tornare indietro fino al 2009 (quando il boom del poker in italia era ancora agli inizi) per trovare un risultato inferiore a quello di questo anno.

Ecco la lista delle vittorie lorde degli italiani anno per anno, il numero tra parentesi si riferisce alla posizione della classifica “Countries by cashes“:

  • WSOP 2016 – $1.396.132* (16)
  • WSOP 2015 – $2.732.160 (10)
  • WSOP 2014 – $1.564.375 (13)
  • WSOP 2013 – $1.905.030 (9)
  • WSOP 2012 – $1.421.459 (10)
  • WSOP 2011 – $1.555.985 (12)
  • WSOP 2010 – $4.705.316 (5)
  • WSOP 2009 – $470.754 (16)

* Questo è il totale contato dal nostro staff, sul sito WSOP.com risulta $1.317.565. Questa differenza di circa $80.000 può essere dovuta alla presenza di giocatori italiani che figurano come stranieri nei database WSOP.

Se guardando la lista il vostro pensiero è stato: “Vabbè, ma alla fine c’è poca differenza rispetto ad anni come il 2012 o il 2014”, ricordate che in questa edizione WSOP andava ITM il 15% dei giocatori invece del solito 10%, permettendo di conquistare più piazzamenti a premio.

Quindi potrebbe essere un dato più rilevante se confrontato al numero totale di ITM ottenuti, che questo anno ad esempio sono stati 135 per un guadagno medio di $10.341, l’anno scorso invece erano 108 per un guadagno medio di $25.297.

Guadagno medio:

  • WSOP 2016 – $10.341
  • WSOP 2015 – $25.297
  • WSOP 2014 – $21.429
  • WSOP 2013 – $21.404
  • WSOP 2012 – $17.548
  • WSOP 2011 – $20.473
  • WSOP 2010 – $74.687
  • WSOP 2009 – $20.467

Ora la discrepanza è molto più evidente: nel 2016 gli italiani hanno guadagnato alle WSOP meno della metà della media degli anni passati, incluso il 2009 nel quale hanno guadagnato sì meno di mezzo milione di dollari, ma con soli 23 ITM.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Così si spiega anche il crollo nella classifica “Countries by cashes“, dove da un 11° posto medio siamo precipitati al 16°. E questa posizione può scendere ancora quando il Main Event si concluderà!

Anche quanto a braccialetti non siamo andati benissimo. Certo, questo è un campo dove non ci si può fare certo l’abitudine, ed è ovviamente molto run dependent, ma nel 2015 la bandierina italiana di Max Pescatori spiccava in cima alla lista di “Bracelet top winner” accanto a quella di Hastings, e nel 2014 è stato il turno di Davide Suriano… quest’anno nulla da fare!

È proprio il Pirata Italiano a regalare l’unico altro piazzamento tricolore nelle classifiche WSOP, ma non è proprio una di quelle che fanno piacere… si tratta del “Maggior numero di piazzamenti tra 9° e 4° posto”, nel quale Max è arrivato terzo con 2 piazzamenti (non si considera il suo terzo posto) dietro a Mikhail Semin con 4 tavoli finali e John Monnette con 3.

Quanto a tavoli finali, ben pochi questo anno: oltre ai tre ottenuti dal Pesca c’è l’ottavo posto di Alessio Di Cesare al Millionaire Maker, l’ottavo posto di Raffaele Castro all’evento #63, e l’ottimo terzo posto di Alessandro Borsa al Summer Solstice, un buon benvenuto alle sue prime WSOP. 

Dopo Borsa e Di Cesare, solo Dario Sammartino ha conquistato un premio a sei cifre con il suo ITM al One Drop da $111.111. Possiamo dire che è grazie a questi tre giocatori che le vittorie azzurre hanno potuto superare lo scalino del milione di dollari.

Però un risultato positivo siamo riusciti ad ottenerlo: con l’ultima edizione l’Italia ha superato lo scaglione dei 20 milioni di dollari vinti tra tutte le edizioni WSOP! S

iamo il nono paese al mondo ad aver ottenuto questo risultato, dopo gli U.S.A., il Canada, il Regno Unito, Germania, Francia, Russia, Svezia e Australia.

wsop money

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari