Saturday, Jan. 29, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 25 Ago 2016

|

 

Reg identikit – Gabriele ‘ILPECCATORE’ Marcante: “Niente coaching né review: sono cresciuto confrontandomi con gli altri!”

Reg identikit – Gabriele ‘ILPECCATORE’ Marcante: “Niente coaching né review: sono cresciuto confrontandomi con gli altri!”

Area

Vuoi approfondire?

Per la nostra rubrica “Reg identikit” siamo andati oggi a pizzicare un vero e proprio veterano dei tornei multitavolo, che da anni grinda lontano dalle luci dei riflettori, ma è probabilmente uno tra i top winner sulla room della picca.

Stiamo parlando di Gabriele “ILPECCATORE” Marcante, 33enne veneto, grandissimo amico della nota schiera di torneisti della zona; gli arcinoti Christian Nuvola, Luca Stevanato, Nicola Cappellesso, Italo Modena e Roberto Zanellato.

Gabriele ci ha raccontato la sua storia pokeristica, partendo dai primordi:

“Conobbi il Texas Hold’em nel 2010. In quel periodo giocavo ancora il poker a 5 carte, ma tutti parlavano di questa nuova disciplina. Mi iscrissi su Pokerstars più per curiosità che per altro. Cominciai a giocare totalemente for fun (ai tempi lavoravo!), partendo dai sit’n’go da 5€ e in poco tempo riuscii a crearmi un piccolo bankroll di circa 1500€. Di lì a poco incontrai i ragazzi sopra citati, che divennero decisivi per la mia crescita. Primo tra questi fu Christian ‘ninetto1989’ Nuvola, col quale mi ritrovavo quasi ogni sera a giocare online. Il gioco mi piaceva, ma dopo qualche mese capii che dovevo prendere una decisione: lavoro e grinding erano inconciliabili. Decisi dunque di licenziarmi, suscitando parecchio malumore nei miei genitori, ma fortunatamente si rivelò una scelta decisamente azzeccata!”

Dai sit agli mtt, il passo è breve:

“Dopo un anno di soli sit’n’go subii il primo swing significativo perdendo circa 11k. PokerStars aveva introdotto i sit da 250€, ma erano tutti full reg ed era diventato davvero complicato fare profitto. Così, anche questa volta un po’ per caso, cominciai ad aprire alcuni tornei e mi accorsi che oltre ad essere più facile, visto che c’erano molti più occasionali, mi piaceva molto di più! In pochi giorni accantonai del tutto i sit’n’go per dedicarmi esclusivamente agli MTT! Ammetto che all’inizio sono stato abbastanza fortunato, vincendo bene subito e da lì e diventata la mia specialità. Il cash game, invece, è un mondo oscuro: le uniche mie apparizioni sono state nel 2015, ma non mi son trovato benissimo [ride] e sono tornato nel mio habitat. Penso che giocare mtt dia molte più soddisfazioni rispetto i tavoli ‘real money’!”

E come biasimarlo? Il grafico sharkscope PokerStars di Gabriele fa letteralmente paura:

marcaaaaaa

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Come si evince dall’immagine, quella di Gabriele è stata una crescita costante, priva di shot significativi:

“Pur giocando da oltre 5 anni non sono mai riuscito a fare un shot degno di nota. Ho vinto praticamente tutti i tornei, ma mai quelli sostanziosi! Recentemente ho centrato un bel secondo posto nell’evento heads-up SCOOP e un terzo al primo sunday challenge con il format multiday che mi è valso 11k.”

Con il passare degli anni, “ILPECCATORE” ha pian piano alzato il suo average buy-in:

“Il mio spending medio giornaliero varia! Se gioco anche il pomeriggio posso arrivare anche a 1.000€ per day. Se grindo solo la sera spendo qualcosa intorno ai 600/700€! Se ci si schiera anche al pomeriggio si può arrivare benissimo ad una trentina di mtt in un sol giorno, se si gioca solo la sera direi al massimo una ventina… visto che gioco esclusivamente su PokerStars e apro praticamente tutto quello che parte!”

In ultimo, Marcante di essere sostanzialmente un autodidatta, cresciuto grazie al continuo confronto con gli amici regular:

“Non mai fatto un ora di coaching (anzi una sì, una di numero con il buon Emiliano Conti) e nn ha mai fatto review, ma mi sono sempre confrontato con tutte le persone a me vicine, migliorando insieme giorno dopo giorno. Detto questo penso comunque che la review sia importante, ma ormai sono abituato così… Idoli Pokeristici? A dirla tutta, nessuno! Ovviamente porto rispetto per tutti, ci sono reg più forti e reg meno forti ma non mi sento di fare nomi. Chiudo questa intervista, la mia prima in 5 anni,  facendo un saluto speciale a tutti gli amici dell’Abruzzo, Michele Zago su tutti, e un ringraziamento ai miei conterranei che continuano a condividere con me questa passione chiamata poker!”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari