Top five slowroll: le cinque tankate più assurde nella storia del poker live | Italiapokerclub

Saturday, Mar. 28, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 4 Set 2017

|

 

Top five slowroll: le cinque tankate più assurde nella storia del poker live

Top five slowroll: le cinque tankate più assurde nella storia del poker live

Area

Cosa c’è di peggio che prendersi un bello slowroll in faccia nel corso di una partita a poker?

Una cosa è certa: per quanto questa condotta possa risultare terribilmente irritante per chi la subisce, le situazioni che si creano per chi non è coinvolto nel colpo sono sicuramente tra le più divertenti in assoluto.

Nella nostra top five di oggi abbiamo selezionato 5 slowroll epici, chiudendo con un’autentica chicca che non poteva non meritare la prima posizione.

Siete pronti per gustarvi questa speciale classifica? Ecco gli slowroll più eclatanti al tavolo da poker!

 

5. SLOWROLL PREFLOP CON GLI ASSI

Tutti vorremmo ricevere una coppia di assi per cercare di mettere più fiches possibili all’interno del piatto prima del board. Beh, al tedesco Cornils, vista anche la particolarità della competizione, gli assi non erano sufficienti per andare immediatamente a chiamare un all in.

Ci troviamo alle Bahamas durante la World Cup of Poker del 2010, competizione che metteva contro squadre nazionali create attraverso qualificazioni online guidate come capitano da un giocatore professionista.

Dopo l’apertura del nostro Luca Pagano, allora capitano del Team Italy, il tedesco Cornils effettua una 3bet forte del suo A A, trovando subito dopo di lui una 4bet all in da parte del canadese Suharto, che in mano ha due re. Il più classico dei cooler.

Pagano passa e la parola torna al tedesco il quale invece di effettuare un subitaneo call, riguarda le carte e, tra lo stupore dei commentatori, chiama il time out per potersi consultare col proprio capitano.

Logicamente la scelta del capitano è immediata ed è quella di chiamare l’all in che grazie a un board liscio consegna il piatto ai tedeschi tra lo stupore generale dei presenti e le risate degli altri giocatori seduti al tavolo. Esterefatta la faccia del povero Suharto.

httpv://www.youtube.com/watch?v=GDKoZD-eREE

 

4. SLOWROLL INVOLONTARIO

E’ sempre durante una sfida a squadre che accade un altro slowroll di un giocatore che deve chiamare un all in con una coppia di assi.

Durante un’edizione delle World Series of Poker Europe si celebrò una sfida tra i migliori giocatori europei e una selezione di statunitensi.

Durante il tavolo finale Phil Hellmuth si trova sul grande buio a dover fronteggiare l’all in di un europeo qualificatosi online. “Poker Brat” spilla una carta e vede un asso di fiori e invece di guardare l’altra carta inizia a riflettere se sia conveniente o meno chiamare l’all in e rischiare l’eliminazione dal torneo.

Alla fine opta per il call ma quando gira l’altra carta, che non aveva ancora visto, si palesa lo slowroll. Infatti ha in mano anche l’asso di picche e fronteggia A 3  dell’avversario.

Il board però fa in questo caso giustizia e regala al turn un’incredibile scala all’europeo e sancisce l’eliminazione del team Usa.

httpv://www.youtube.com/watch?v=5blAPCMQkhk

 

3. SLOWROLL PUNITO

E’ sempre Phil Hellmuth il protagonista di questo incredibile showdown avvenuto in una puntata del “Big Game” di Pokerstars.

Nella mano sono coinvolti Hellmuth e il “loose cannon” Wiggins, il quale dopo aver semplicemente chiamato il rilancio preflop con una coppia di re, effettua un raise sulla continuation bet di Poker Brat.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Hellmuth è forte del suo trips di nove floppato ma va in the tank e, anche nel tentativo di instillare dei dubbi nel giocatore amatoriale, inizia un vero e proprio trash talking facendo capire all’avversario di avere solamente una top pair o comunque una coppia inferiore ai kappa dell’avversario.

Alla fine opta per l’all in subitaneamente chiamato da Wiggins che si trova però solo al 14% contro il trips di Phil.

E qui si scatena il vero delirio con Negreanu e Phil Laak che accusano Hellmuth di slowroll e con la decisione finale di girare quattro volte il turn e il river.

Decisione nefasta come vedrete nel video qui sotto visto che scendono i due re mancanti e un’improbabile colore di picche che assegnano tre quarti di piatto al loose cannon e un misero 25% a Phil Hellmuth veramente sfortunato in questo colpo.

httpv://www.youtube.com/watch?v=Q9Wl-L1Y5fg

 

2. SLOWROLL DEL NONNO

Main event delle World Series of Poker del 2009: su flop 7 6 6 il giovane americano Steven Friedlander si trova coinvolto in un piatto con Jack Ury, 96enne giocatore scomparso un paio di anni dopo, sempre presente agli eventi di Las Vegas.

I suited connector 7 6 di Friedlander rappresentano il second nuts su quel flop per cui l’americano mette in all in l’avversario. Ury però è forte di una coppia di sette e può temere solo un poker di sei da parte dell’avversario.

La proverbiale solidità dell’anziano Jack lo fa riflettere per circa 30 secondi e non gli fa fare un immediato call.

Alla fine si arriva però allo showdown ma nessuno prende male lo slowroll del “nonno del poker”, fatto chiaramente in maniera non volontaria, ma puramente genuina.

httpv://www.youtube.com/watch?v=C5QHZ1IY3-M

 

1. ‘THE COCONUTS’ SLOWROLL

Non potevamo esimerci dal chiudere questa speciale classifica inserendo quello che, al momento, è sicuramente tra i più epici in assoluto. Protagonista? Will Kassouf ovviamente, il trash-talker più in voga dopo la performance al main WSOP 2016.

Ci troviamo a una partita cash 5$/5$ e il buon Will si trova ad avere “the coconuts” al flop con 6 6 su 8 6 6 mentre Derek, al seat 6, ha appena floppato full house con 8 8.

La cosa più divertente di tutto il siparietto è indubbiamente la condotta di Kassouf: l’avvocato britannico continua incessantemente a dire a voce alta di aver pescato poker di Sei al flop.

La mano prosegue con un 4 turn e un 4 river, dove Kassouf rilancia per valore prima di dichiarare: “Se rilanci chiamo e ti giro quads, se invece passi ti mostro bluff!

Derek ovviamente non può esimersi dal rilanciare vista la forza della sua mano e dopo un altro minuto di chiacchiere finalmente arriva il momento dello showdown:

httpv://www.youtube.com/watch?v=iu6buRw1KSY&t=20s

 

Per te qual è il peggiore slowroll di questa Top Five? Scrivilo sulla nostra pagina Facebook!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari