Wednesday, Oct. 16, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 20 Mag 2017

|

 

Torelli approva le nuove regole delle WSOP sul clock: “Nei tornei la gente pensa troppo”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Torelli approva le nuove regole delle WSOP sul clock: “Nei tornei la gente pensa troppo”

Area

Vuoi approfondire?

Torniamo a occuparci delle nuove regole WSOP relative al clock.

Come vi abbiamo già riferito, quasi tutti hanno reagito positivamente alle misure più severe pensate dalla World Series contro lo stalling al tavolo.

Tra i pro favorevoli c’è anche lo youtuber Alec Torelli, che in un nuovo video commenta entusiasta le nuove regole delle WSOP ed esprime i suoi pensieri sul delicato tema.

Torelli esordisce così nel filmato: “Personalmente sono molto contento delle nuove regole WSOP. So comunque che è una questione controversa e ognuno ha le sue opinioni“.

Ecco la sintesi delle novità WSOP a riguardo: “In precedenza si poteva chiamare il clock solo dopo un lasso di tempo considerato ragionevole, solitamente stimato in 2 minuti. Ora per fortuna si può chiamare il tempo in qualunque momento, se necessario.

Abbiamo visto nell’edizione 2016 in molte situazioni Will Kassouf metterci tanto tempo anche quando gli spot non lo richiedevano.

Una tankata ci sta quando stai prendendo una decisione difficile al river nel torneo della vita, ma non è possibile perdere tanto tempo per delle banali decisioni preflop“.

Passiamo a un’altra novità che piace a Torelli: “Quando viene chiamato il clock, ora è il floorman a decidere quanto tempo contare.

Di solito c’era un minuto da contare, ma era un’assurdità. Quando uno ci mette due minuti a pensare preflop non ha bisogno di un altro minuto! In casi del genere poi tutti tiltano al tavolo ed è un male per il poker.

Adesso il floor ha un ruolo ancor più importante, decide a sua discrezione quello che è meglio per il gioco. È un’ottima cosa a mio parere, se lo staff è competente. Il floor stesso può perfino chiamare il clock senza aspettare che lo facciano i giocatori“.

Chiudiamo con un’ultima regola: “Sono previste penalità per chi crea stalling sistematicamente. Si potrebbe rinominare questa regola la ‘Will Kassouf rule‘. Certa gente vuole solo fare show davanti alla telecamera. Penso che le nuove regole velocizzeranno finalmente il gioco“.

 

 

Torelli in seguito chiarisce i suoi pensieri sul clock: “La gente ci mette troppo a prendere decisioni semplici, soprattutto nei tornei. Nel cash high stakes la gente gioca molto velocemente.

È un grosso problema. Ho parlato con molti colleghi e posso dirvi  che diversi pro non giocano mtt proprio per la loro lentezza.

Stranamente, chi ci mette di più ad agire sono i grinder dell’online. È strano perché nell’online di solito si gioca in modo più veloce“.

Torelli si lancia in alcuni paragoni: “Negli scacchi e in molti sport c’è un clock che misura il tempo. Perché non dovrebbe esistere anche nel poker?

Ci sono nuove tecnologie adatte ai dealer per tenere conto del tempo di azione di ogni giocatore. Sarebbe perfetto assegnare 30 secondi per ogni decisione.

Pensateci, sarebbe meglio per tutti. Se sei un giocatore bravo, vuoi più azione. Ma anche gli amatori vogliono divertirsi e giocare più mani.

Negli scacchi lo speed chess è molto popolare. I giocatori in quella specialità hanno un tempo d’azione compreso tra il 1 minuto e le 6 ore (per tutta la partita).

I più bravi restano tali solitamente con qualunque durata del clock! Quindi diminuire il tempo non è un enorme svantaggio per i non professionisti, è un vantaggio per tutti

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari